[ HOME ]


.

HOME - ARRETRATI - UN UOMO D'ONORE
.
Nella sua forma più pura la mia Tradizione è contraria alla droga...
Joseph Bonanno, Un uomo d'onore, 1983

Versione stampabile | Invia ad un amico

Nella sua forma più pura la mia Tradizione è contraria alla droga: noi consideriamo l'assunzione della droga moralmente sbagliata. E non se ne discute neanche. Un uomo che voglia spacciare droga verrà dissuaso dal farlo.
Joseph Bonanno, Un uomo d'onore, 1983

Joe Bonanno è morto come ogni mafioso che si rispetti avrebbe voluto morire: sul suo letto, a casa sua e di vecchiaia.

Joe Bananas, come lo chiamavano i suoi detrattori, era un uomo rispettabile. Mai e poi mai, seguendo le indicazioni dei più feroci proibizionisti governativi avrebbe spacciato droghe. Combatté con Al Capone (sdegnosamente ritenuto un non siciliano), con Luky Luciano e tanti altri malavitosi che nella droga avevano visto una fonte inesauribile di profitto.
La droga rovina la gente, sosteneva, ci sono tante altre attività che la Tradizione avrebbe potuto compiere. L’illegalità è un concetto labile. Per un siciliano avere un prestito da un buon amico non è strozzinaggio, d'altronde le banche mandano in rovina molta più persone, fra i membri di una famiglia comunque le cose si aggiustano e se non si può pagare oggi, un modo lo si trova, sosteneva il Padrino.
Ancora Bonanno riteneva che ad un buon siciliano non si può dire che bere vino è un reato, l'ha sempre fatto è una tradizione. Nelle cantine di Little Italy si giocava al lotto, l'avevano sempre fatto, e chi vinceva aveva sempre riscosso il dovuto, per Bonanno l'ingiustizia era considerarlo gioco d'azzardo illegale.

Joseph Bonanno era un uomo d'onore, e la mafia per lui era una società migliore in cui i bisognosi sono sempre aiutati dai più ricchi e nessuno nega mai un favore ad un membro della comunità.
Era il capo di una delle famiglie di Nuova York: i castellameresi, famiglia di antichissime tradizioni sia in Sicilia che in America.
La legittimità ad essere capo l'aveva conquistata sul campo. A ventisei anni, era già un boss, anche se questa parola l'odiava per le sue connotazioni americane, dirigenziali. Diceva che chi non era siciliano non poteva capire il significato della Tradizione. Non si trattava di soldi, di violenza ma di reciproco rispetto.
Altra definizione che riteneva ridicola era "cosa nostra", nessuno in Sicilia, diceva, avrebbe usato un termine tanto pittoresco.
Alla fine essere Padre di famiglia era una missione, significava essere il riferimento per quanti avessero bisogno.

La sua vita non solo è stata avventurosa, ma puntellata di sconfitte e amarezze. I figli sono finiti in carcere, la moglie gli è morta fra le braccia, i migliori amici ammazzati, a volte per suo stesso ordine.
Joe Bonanno è morto pochi giorni fa, tutto sommato felice. Era andato in pensione, pensione vera ci teneva a dirlo, prima che le la giustizia americana riuscisse a intrappolarlo.
Una lungimiranza che gli salvo la vita e forse anche l'anima.

Marlon Brando, si dice, si ispirò a lui per il suo padrino, ma Mr. Bonanno non volle mai vedere quel film.

Doctor Schultes

 

[ REDAZIONEPRIVACY | SPONSOR ]
..

ENJOYrOLLING.org - Portale Italiano della Canapa © 1999-2004  Tutti i diritti riservati

-