[ HOME ]


.

HOME - DURA LEX SED LEX - SENTENZA SVIZZERA
.
Sentenza del Tribunale Federale Svizzero

Versione stampabile | Invia ad un amico

28 novembre 1997 - Presa di posizione sul ricorso in diritto pubblico della ditta Valchanvre Särl contro la decisione del 3 luglio 1997 del giudice d'istruzione del Basso-Vallese. (Estratti)

Visti i passi del dossier da cui emergono i fatti seguenti:

Le ricerche condotte hanno rivelato che alcuni prodotti venduti dalla società sono stati usati per la consumazione illecita di Cannabis: alcuni acquirenti hanno fumato la tisana e il contenuto dei «cuscini terapeutici». Il giudice d'istruzione penale del Basso-Vallese ha emesso un mandato d'arresto contro il signor Rappaz in data 6.12.96 e ordinato la perquisizione dei locali della ditta Rappaz.

Circa 2 tonnellate di canapa sono state poste sotto sequestro. Il 10.12.96, il giudice d'istruzione ha ordinato l'incarcerezione immediata del signor Rappaz e di altre tre persone, accusate di infrazione agli art. 19 e 19a cap.1 LFSTUP. Il 20.03.97, la società ha chiesto al giudice d'istruzione di annullare il sequestro della canapa poiché, nel frattempo, la società Wädi- BrauHuus (WBH), che produce birra a base di canapa, le aveva comandato 500 kg di fiori secchi di canapa. Il 27.03.97 il giudice d'istruzione ha rifiutato la richiesta. Per mezzo di un ricorso in diritto pubblico, la società Valchanvre Särl domanda al Tribunale Federale di constatare la nullità dell'ordinanza di perquisizione del 09.12.96 e di annullare la decisione del 03.07.97.

Considerando quanto segue:

Secondo la legge il sequestro penale causa un danno irreparabile, ai sensi dell'art.87 OJ, alla persona privata temporaneamente della libera disposizione degli oggetti e averi sequestrati (ATF 89 I 185 vedi. 4 p. 187). Il giudice d'istruzione ha incolpato il signor Rappaz e i suoi impiegati di infrazione agli art. 19 e 19a cap.1 LFSTUP perché avrebbero venduto della canapa sotto forma di tisana e «cuscini terapeutici», ben sapendo che gli acquirenti ne avrebbero poi fatto un uso illecito.Questo non ha nessuna rilevanza nel quadro della presente procedura, che concerne esclusivamente l'annullamento parziale del sequestro. A questo proposito, il giudice d'istruzione ha considerato che il sequestro doveva essere mantenuto poiché la canapa sequestrata, contenendo un alto tasso di THC, era da considerarsi uno stupefacente ai sensi della LFSTUP, ed era stata prodotta in vista di un utilizzo illecito e il sequestro mira a impedire un tale utilizzo.

(Peter Albrecht, Kommentar Strafrecht, Sonderband, Betäubungsmittelstrafrecht, Art. 19 N. 92 e 93).
Il 06.04.95 l'ufficio federale di polizia ha inviato alle polizie cantonali un documento informativo che ricorda che la coltivazione di canapa - a patto che non sia destinata alla produzione di stupefacenti - non è sottomessa ad autorizzazione. Nell'ambito del documento sono stati invitati i produttori a coltivare delle varianti di canapa con un basso contenuto di THC, al fine di evitare ogni rischio di infrazione delle leggi. Nella circolare No. 8 del 09.08.96, l'Ufficio Federale della Salute Pubblica ha stabilito un valore limite di 0,5 mg di THC/kg per le bibite alcoliche a base di canapa. Gli esperti hanno indicato che per produrre un effetto cannabinico bisognerebbe consumare circa 2200 litri di questa birra in breve tempo.

Alla luce di questi dati, dei quali era a conoscenza, il giudice non poteva affermere, come ha fatto, che la canapa sequestrata non poteva che prestarsi ad un uso illecito. La decisione presa, la cui motivazione è insostenibile, viola l'Art. 22ter Cst. e deve essre annullata. Un annullamento del sequestro potrebbe essre preso in considerazione nel caso in cui la società WBH confermasse la sua comanda e desse delle garanzie precise che la canapa consegnata verrebbe esclusivamente designata alla produzione di birra.
Per questi motivi, il Tribunale Federale:
Ammette il ricorso, nella misura in cui sia ricevibile, ai sensi del «considerando», annulla la decisione presa e decide che Rappaz non deve pagare le spese giudiziarie. Mette a carico dello Stato del Vallese un'indennità di CHF 2000.
Losanna , 28 novembre 1997

 

[ REDAZIONEPRIVACY | SPONSOR ]
..

ENJOYrOLLING.org - Portale Italiano della Canapa © 1999-2004  Tutti i diritti riservati

-