[ HOME ]


.

HOME - Interviste e speciali - Pitura Freska

10 DOMANDE AI PITURA FRESKA

da Doctor Schultes

1° Chiedervi se siete una Band antiproibizionista mi sembra banale, ma i motivi per cui siete diventati attivisti dell’antiproibizionismo è un’altra cosa, perché l’avete fatto?
Skardy: Non siamo attivisti. Ci sentiamo però in dovere di dissentire contro tutti quelli che criminalizzano il consumo di canapa.
Marco Forieri: Ci sembra la cosa più naturale da fare. Ogni persona “pubblicamente esposta” deve attivarsi per sconfiggere l’ignoranza ed il pregiudizio.

2° A memoria non sono molti i gruppi che hanno il coraggio di scrivere testi cosi spiccatamente politici... perché di politica si tratta. Mi chiedo, e vi chiedo, è più facile arrivare al grande pubblico senza parlare di droga, come fanno in tanti?
Skardy: Dipende sempre dalla faccia che ti porti addosso. Se hai la faccia che piace puoi permetterti quello che vuoi.
Marco Forieri: Non lo so. Di fatto, noi parliamo di droga (anche di droga) e il pubblico ci segue in tutte le fasce d’età.

3° Venezia senza fabriche saria più sana, na’ giungla de panocie pomodori e marijuana... aldilà dell’immagine idilliaca cosa ne pensate dell’utilizzo della canapa come prodotto industriale (carta, biomassa, cosmesi..)?
Skardy: Dovrebbe essere impiegata per bonificare i terreni avvelenati dalle produzioni industriali.
Marco Forieri: Bisogna non essere troppo partigiani. Intendo che l’utilizzo di prodotti di origine biologica siano molto utili nella riconversione ad una vita più “naturale”. La canapa non è l’unico frutto della Terra che dia ottime opportunità, è da capire qual’è il miglior impiego di questa pianta. I nostri Vecchi l’utilizzavano soprattutto per la fibra e l’olio e forse è il miglior uso.

4° Torniamo a Venezia. Ho pensato per molto tempo che Venezia sarebbe la città ideale per la sperimentazione di politiche “olandesi”: è isolata, è piccola ma non troppo, ha un territorio vivibile e una popolazione simpatica... Insomma secondo me sarebbe il posto ideale, non vi pare?
Skardy: Lo diciamo da decenni.
Marco Forieri: Il Comune di Venezia ha già approvato, alcuni anni fa, la possibilità di divenire città campione per la sperimentazione. A riguardo non esiste però un vero programma. C’è da vedere, inoltre, quale sarà l’impatto per l’eventuale ulteriore afflusso di persone sul delicato contesto cittadino.

5° La vostra musica deve molto al reggae giamaicano e alla cultura rasta. Mi vengono in mente tanti gruppi Italiani ed il festival reggae “SunSplash”... Che opinione vi siete fatti sui motivi per cui l’Italia, più di altri, abbia assorbito le motivazioni e il gusto per questa musica. Insomma credete che ci sia l’humus giusto per il reggae in Italia?
Skardy: Gli italiani sono specializzati in filosofia del divertimento. Forse è per questo che il reggae funziona così bene. Inoltre è una musica di protesta e in questo paese c'è molto da protestare...
Marco Forieri: La musica Reggae è molto più conosciuta all’estero. Qui in Italia è carica di stereotipi. L’ascoltatore di questa musica è dipinto come “sballato” fumatore di spinelli, e la gran parte di questi si crogiolano di questa definizione.
Dalla parte dei musicisti vedo poca comunicazione, ognuno coltiva il proprio orticello (ed è classico della figura rasta…). Esistono molte più collaborazioni nel rock e nel pop italiano.

6° So che è un argomento triste ma bisogna pure parlarne. Quando penso a certe ipocrisie di chi fa la Guerra alla droga (così dice) e poi finanzia gli stati produttori ho qualche dubbio sulla validità di queste politiche. Con questa brutta aria “fondamentalista” pensate che qualcuno ne approfitterà per militarizzare lo stato, per trasformare tutti i cittadini in sospetti?
Skardy: L'obbiettivo della nostra classe dirigente è il ritorno al medioevo.
Marco Forieri: Mi pare sia tuttora così. La legge per riportare il denaro nascosto all’estero in Italia o quella sul falso in bilancio perché sono state fatte?

7° Veniamo ad Internet. So che avete un sito... beh noi siamo un sito... insomma può la rete cambiare il mondo, può far cambiare opinione alla gente, o come dice più di qualcuno è una grande bufala?
Skardy: Qualsiasi metodo di comunicazione è efficace per il confronto e la discussione...
Marco Forieri: Per ora non è una bufala ma non credo in un cambiamento straordinario culturalmente. Internet ed il computer in generale sarà digerito come la lavatrice, la radio e la Tv.

8° Voi avete anche frequentato le grandi platee, (Sanremo, la Rai, etc) pensate che nei grandi network ci siano spazi di discussione per l’antiproibizionismo?
Skardy: Assolutissimamente no.
Marco Forieri: No, quando le reti rai danno i dati istat sulla base dei riferimenti del sert non si fa informazione antiproibizionista.

9° Basta parlare di droga.... parliamo di Canapa! Insomma per noi la canapa non è una droga, non più del caffè, e allora vi chiedo che cosa serve per far fumare una canna a Berlusconi?
Skardy: Forse le fuma già ma non lo ammette, come tanti altri (capirai l'immagine...)
Marco Forieri: Un attacco d’asma.

10° Prima di salutarvi vi chiedo: cosa state preparando, insomma una chicca per i vostri fans, e i nostri amici?
Skardy: Un singolo per Emergency, una compilation, progetti solisti. Ci vuole un po' di tempo... L'attesa sarà ricompensata!
Marco Forieri: Abbiamo appena ripreso la canzone “le sorti de un pianeta” del 1992 per stampare un singolo che sarà venduto per raccogliere fondi a favore di Emergency. I Pitura Freska devolvono tutte le royalties e il diritto di autore. Da una canzone un aiuto concreto.

Sir Oliver Skardy Marco Forieri

Ringraziamenti:
Marco Broll (manager del gruppo) per la sua gentile disponibilità, Skardy (voce) e Marco Forieri (fiati e quant'altro gli capiti a tiro) per essersi scervellati con le domande del Doctor Schultes e tutti gli altri membri del gruppo per la musica ed il divertimento che hanno saputo regalarci in questi anni. Grazie! :-)

Per avere maggiori informazioni sui Pitura Freska visita il loro sito ufficiale: http://www.piturafreska.it

 

[ REDAZIONEPRIVACY | SPONSOR ]
..

ENJOYrOLLING.org - Portale Italiano della Canapa © 1999-2004  Tutti i diritti riservati

-